Le referenze, un’arma a doppio taglio Alla fine di un processo di selezione si auspica che l’azienda cliente arrivi ad una decisione finale, ossia la scelta di una candidatura che sulla base degli incontri fatti risulta la più idonea a ricoprire il ruolo vacante. Parlando di figure professionali legate alla fascia di middle e top Continua →

Sono stati scritti tanti articoli sull’uso esagerato di inglesismi sia nella nostra vita quotidiana sia nella nostra sfera professionale, così come autorevoli blogger hanno dispensato preziosissimi consigli su come rendere più umano il modo di comunicare delle aziende. Siamo tutti e tutte d’accordo sul punto…eppure anche il più convinto e fervido sostenitore della cultura italiana Continua →

Lavorare nelle grandi aziende di produzione? Sì, ma fuori città. Le grandi realtà produttive secondo le statistiche del 2014 effettuate da Technical Hunters su un campione di 100 aziende nell’80 % sono allocate lontano dalle città. Una “multinazionale di periferia” è per definizione una contraddizione e lo è anche di fatto. Cosa succede quando nasce Continua →

…Ovvero quanto traspare da un cv spesso non è confermato dal colloquio col candidato. Una delle attività più divertenti di un recruiter è quella di leggere i cv dei candidati sperando sperando di trovare il profilo perfetto. Il curriculum è uno strumento per promuoversi nel mondo del lavoro, ma spesso le attese del recruiter sono Continua →

I consigli di chi organizza i colloqui ogni giorno “Molti selezionatori leggono la lettera d’accompagnamento con maggiore attenzione dei cv”. Così si legge nel vademecum per la ricerca del primo lavoro, preparato per i giovani da Technical Hunters, società di ricerca e selezione del personale. Lettera batte curriculum, quindi? Quante possono essere, in linea di Continua →