Cosa vi viene in mente quando sentite la parola User Experience?

UX sta per User Experience, ovvero esperienza dell’utente, quindi si intende la progettazione di prodotti o servizi, mettendo l’esperienza che le persone avranno nell’utilizzo del prodotto, al centro del processo. Se ci pensate non è altro che quel processo volto ad aumentare la soddisfazione del cliente migliorando l’usabilità e il piacere fornito nell’interazione tra cliente e prodotto.

Ma Entriamo più nel dettaglio della vera esperienza.

La User Experience Design non è altro che la disciplina che studia l’esperienza degli utenti, allo scopo di metterli nelle condizioni di vivere una esperienza positiva. L’obiettivo è quello di comprendere l’esperienza inter temporale tra le persone e un’interfaccia o un sito, per poi tradurre le conoscenze derivanti da queste indagini in vere e proprie strategie per le aziende. Fino a qui ci siamo limitati a descrivere oggettivamente quello che rappresenta lo UX e l’output che si ricava nell’utilizzo, ma quello che vogliamo spiegare è il valore aggiunto che apporta l’adozione di questo approccio.

Una progettazione solida mettendo al centro il cliente e con una cura particolare per la UX comporta differenti caratteristiche tangibili:

  • un design solido, perchè scaturito da indagini concrete
  • progettare l’approccio iniziale tra cliente e prodotto, l’interazione che si crea, e i risultati che ne conseguono, in modo da creare una esperienza corente e positiva
  • creare una strategia tangibile e riconoscibile ed incentrata sui bisogni dell’utente

Possiamo a questo punto delineare le competenze a tutto tondo di uno UX Designer che possono spaziare dall’osservazione, ovvero comprendere le necessità degli utenti, alla progettazione di una strategia fino al disegno vero e proprio il percorso concettuale dell’interazione tra bisogno del cliente e prodotto.  L’osservazione può avvenire attraverso vere e proprie analisi comportamentali, come le interviste o user test, la progettazione delle strategie attraverso User Journey mentre il disegno può avvenire attraverso prototipi o schizzi. Come avete potuto notare, lo UX Designer è diventato una delle professionalità chiavi e più richieste dalle aziende, di tutti i settori merceologici, proprio per il valore aggiunto che apporta come descritto sopra.

Di seguito un esempio di Job Description e di Skills che deve possedere un UX Designer:

  1. raccogliere i dati utili a definire i bisogni degli utenti finali attraverso workshop basati sulle metodologie del Design Thinking, interviste, test di usabilità e di traffico;
  2. progettare User Experience (UX) e Customer Journey di interfacce ed esperienze d’uso Web e Mobile attraverso  prototipi Wireframe interattivi;
  3. analizzare i requisiti del cliente e Benchmarking, attraverso una strategia di engagement basata sulla definizione degli stakeholders da coinvolgere e sui canali da adottare;
  4. realizzare le Interfacce grafiche (UI) in linea con le guidelines preesistenti dei clienti, o attraverso la definizione di GUI personalizzate, prestando particolare attenzione al design accessibile.

L’avvento del Web e dei Media Digitali sta cambiando il rapporto tra le aziende ed i loro pubblici, offrendo la possibilità al consumatore finale di essere il protagonista sulla definizione di business aziendali e decretarne il fallimento o il successo.

Tutto sta nel capire che “stiamo passando dall’epoca dei prodotti o dei servizi a quella dell’esperienza e della partecipazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigazione articoli