Marketing. Una parola che fa subito pensare a qualcosa di estremamente innovativo in termini di business development, ed effettivamente così è!

Il marketing si inizia a plasmare nei primi anni del Novecento, lontano dalla concezione odierna, ma con le stesse radici concettuali. L’attività nasce con i “Marketers”, i quali non erano altro che delle figure a supporto di altre figure commerciali, svolgendo attività di supporto e compiti extra.  La scintilla che ha innescato il “big bang” del marketing è stata l’analisi di alcuni economisti dell’epoca i quali hanno preferito prendere le distanze dalle classiche teorie economiche sino al tempo considerate come valide, stravolgendole ed assegnando la massima importanza al comportamento del consumatore. Teoria che tutt’oggi è spiegata dai concetti basilari della Microeconomia, la quale ci segnala che il consumatore cerca sempre di massimizzare la sua utilità e che il prezzo è stabilito dalla domanda e dall’offerta di prodotto. Il marketing nasce quindi come strumento di supporto per la rete vendite, un accessorio della quale essa non può farne a meno, è necessario per incrementare le vendite e massimizzare l’operato. Già d’allora, i venditori non avrebbero avuto il tempo materiale di occuparsi della realizzazione di materiale informativo, sondare il mercato e cercare nuovi potenziali clienti, ecco perché il marketing si presenta come una condizione necessaria per la messa in atto di una linea Sales funzionante ed innovativa. Con il grande sviluppo a macchia d’olio di questa attività, nacquero i primi Brand Manager nelle aziende, nacque il vero e proprio Ufficio Marketing che acquisì autonomia rispetto all’ufficio vendite.

Le risorse umane che dedicheranno il loro percorso professionale ad attività di marketing, si occuperanno di analizzare le esigenze, i desideri, le aspettative ma soprattutto i bisogni non manifestati dei Clienti. Un genio del marketing deve essere in grado, attraverso la sua attività, di innescare un bisogno che fino ad ora non era stato suscitato al potenziale consumatore, scatenando così il desiderio di impossessarsi di un prodotto che probabilmente fino ad ora non era ancora entrato nella sua immaginazione! Al giorno d’oggi il marketing vive in simbiosi con il mondo digital: con le nuove tecnologie si sono sviluppati nuovi canali comunicativi. Si pensi al potentissimo Social Media Marketing ed al Web Marketing, strumenti potentissimi sui quali le aziende investono ingenti somme di capitale sia in risorse economiche che umane.

Ma a cosa serve il Social Media Marketing?

La risposta è semplice: per comunicare con i clienti, nel mondo più semplice possibile raggiungendoli durante un momento di svago e di informalità. Il marketing ed il digital dettano ormai legge nel mercato delle Human Resources: negli ultimi anni sono nate Job Positions totalmente innovative che mai prima avevamo pensato potessero esistere. È una vera e propria rivoluzione, sono stati modificati anche i corsi ed i piani di studio delle Università in tutto il mondo. Con l’avvento del marketing siamo di fronte a nuovissime figure, spesso ricoperte da risorse umane anche di giovane età, pensiamo al CRM Manager. Altre figure estremamente richieste e di fondamentale importanza sono il Sales Manager dedicato alle strategie di vendita ed il Key Account Manager che si occupa in prevalenza della gestione dei rapporti con i Clienti più importanti che trainano il business aziendale grazie alla loro presenza all’interno del paniere di partners e/o clienti fidelizzati. Il Marketing Specialist invece è una figura solitamente inserita all’interno dell’ufficio Marketing a supporto e riporto del Marketing Manager (coordinatore e leader del gruppo) che grazie al suo operato, cura la comunicazione, i lanci di prodotto, le strategie di penetrazione nel mercato, il prezzo e la distribuzione.

Tra le figure più innovative troviamo anche l’E-Commerce Manager, dedicato al management della vendita online, una vendita totalmente innovativa con logiche particolari rispetto alla rete classica. Molto richiesto nelle aziende di oggi è il Brand Marketing Manager, figura che si occupa della concezione, dello sviluppo e della promozione del brand aziendale.

E per il Marketing digitale? Figure professionali anche ad esso dedicate. Sembra impossibile, ma è tutta realtà, in esplosione di posti di lavoro grazie all’innovazione e al progresso!

Il mercato HR ha subito un mutamento ed un incremento al limite della credibilità. Per il settore digital abbiamo figure altamente specializzate come job positions per Digital Analyst, Community Manager e Web Content Strategist.

Ma quali sono le previsioni per il futuro? Come evolverà il marketing nel mondo del lavoro? È ancora tutto in subbuglio, la tecnologia sfreccia alla velocità della luce ma possiamo sempre tentare di leggere, o meglio interpretare, qualche accenno di ciò che potrebbe accadere. Internet of things, intelligenza artificiale (AI), immaginiamo questo binomio applicato al digital marketing. Un miscuglio di competenze provenienti da scuole eterogenee: digital, IT e marketing. Ci aspettiamo grandi cose. Allora investiamo, investiamo sulla ricerca ma soprattutto sulle risorse.  Investiamo perché non sappiamo da un giorno all’altro cosa potrebbe accadere, ogni business, ogni realtà aziendale, qualunque sia la sua natura, deve essere pronto a correre per non rimanere indietro. Quindi investiamo per crescere, ma anche per divertirci, migliorare è divertente, ed avere un ritorno economico divertendosi lo è ancora di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigazione articoli