Da Assistente a Consulente

Mi capita spesso di pensare alla formazione dei giovani consulenti e al ruolo della loro “guida” che giorno dopo giorno assume un’importanza sempre più elevata.

Il mondo della consulenza sta vivendo un momento di forte cambiamento dove la persona, per diventare un professionista, deve essere assolutamente messa al centro del progetto, distaccandosi dal vecchio modello dove era il responsabile che formava a propria immagine e somiglianza il team di collaboratori.

La nuova visione, che cercherò sempre di trasmettere alla mia squadra, vuole che sia il metodo ad essere la carta vincente e che tutte le risorse abbiano l’opportunità di sviluppare le proprie competenze in piena autonomia sfidando il mercato in maniera creativa ed energica, con passione e autostima.

La capacità di dare e darsi un metodo è la chiave di tutto: la visione a lungo termine, l’umiltà dei responsabili che devono a loro volta mettersi in gioco e provare ad imparare nuovamente.

Il modello aziendale a cui Hunters si ispira è quello rappresentato da Consulenti che si imbattano sin dall’inizio nelle difficoltà del nostro mondo, fatto di competizione, di relazioni e di fattori non direttamente sotto il nostro controllo, o almeno non sotto pieno controllo.

Dobbiamo passare dall’idea dell’Assistente, mero esecutore, facilitato dal fatto di avere meno responsabilità ma al contempo senza aver avuto l’opportunità di crearsi un metodo vincente, al Consulente che non ha paura di fare, sbagliare, metterci la faccia e soprattutto riuscire ad avere un’organizzazione personale di livello.

A mio modo di vedere il miglior manager è quello in grado, con il tempo, di essere presente quando serve, ma non perennemente indispensabile. Questo vorrà dire che avrà formato un gruppo di Consulenti autonomi pronti ad effettuare il sorpasso. Non dobbiamo avere paura di essere meno bravi tecnicamente (sono molto felice quando i miei mi raccontano episodi in cui io non sarei stato in grado di fare meglio), avremo lasciato qualcosa di più, avremo formato dei consulenti.
Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita“. Questo proverbio vale anche per noi, nonostante sia chiaro a tutti che pescare è molto più faticoso.

Buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Navigazione articoli